Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Chagall, un Sogno d'amore alla Pietrasanta

Condividi

«Bastava che aprissi la finestra della mia camera e vi entravano l’aria blu, l’amore e i fiori».

Questa frase di Chagall parla di uno spirito innato che non lo abbandonò mai. Quegli occhi che da bambino guardavano la neve di Betemps rimasero intatti attraversando Hitler, rivelando sempre la stessa anima, nonostante una vita fatta di peripezie, sofferenze e sradicamenti.

Lo spirito dei suoi colori non è mai cambiato, anzi si è fatto strumento sempre più intenso per trasformare in amore le sconvolgenti brutalità conosciute.

La sua pittura ha colorato universi magici, dando vita ad esseri e paesaggi trascendenti, incrociando il divino e l’umano, la linea invisibile fra realtà e immaginazione.

Marc Chagall definiva la sua arte come lo sforzo incessante di competere con la bellezza dei fiori senza mai riuscire a vincere.

 

‘Sogno d’amore’ dal 15 febbraio è la mostra che si è aperta nella basilica della Pietrasanta.

«L’anima di Chagall è in sintonia con l’anima più profonda della nostra città. Chagall ha attraversato il terribile Novecento, però quel suo slancio creativo, quel suo sogno d’amore, nonostante i momenti terribili e le crisi profonde della sua vita, ha sempre di nuovo trovato spazio nel suo animo e a continuato a donarci capolavori straordinari.

Questo sogno d’amore credo che in fondo non poteva che stare qui, nella città che noi sosteniamo sia la città dell’amore, in qualche modo, una città che ha attraversato e continua ad attraversare momenti difficili, ma sa ritrovare in sé quella dimensione dell’umano, della bellezza, della universalità, della cultura, che in fondo è stato il sogno che ha animato tutta la vita di Chagall.» [Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli]

 

Video Multimediale Comune di Napoli

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2167
Web Links
6
Visite agli articoli
8650780

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 213 visitatori e nessun utente online