Marussia Bakunin -Ogliarolo (Krasnojarsk - Siberia 1873 - Napoli 1960)

Condividi

Marija Michajlovna (Marussia) Bakunina nacque in Siberia a Krasnojarsk il 2 febbraio 1873 dal rivoluzionario e filosofo Michail Bakunin (là deportato) e da Antonina Kwjatkowskaja, figlia di un deportato politico polacco. Con la famiglia riesce a fuggire in Europa, prima in Svizzera a Berna (dove nel 1876 morì il padre), poi a Napoli con la madre e i fratelli Carlo e Sofia. Qui prendono alloggio in una villa di Capodimonte di proprietà del noto socialista l'avvocato Gambuzzi, che in seguito sposerà Antonina Kwjatkowska. Studia all'Università di Napoli, dove diviene giovanissima «preparatore» nei laboratori dell'università napoletana e dove si laurea nel 1895 con il massimo dei voti con una tesi sulla stereochimica. Poco dopo sposa Agostino Oglialoro-Todaro, direttore dell'Istituto di Chimica Generale dell'Università di Napoli.La sorella Sofija Bakunin sposerà il noto chirurgo napoletano Caccioppoli, da cui avrà nel 1904 un figlio, Renato, figura di primo piano nella matematica italiana del '900, professore universitario geniale ed eccentrico (a lui è dedicato il film di Mario Martone Vita di un matematico napoletano). Tra il 1909 e il 1940 Maria Bakunin insegna Chimica applicata, Chimica tecnologica organica e Chimica industriale presso la Scuola Politecnica di Napoli, contribuendo con le sue ricerche ai progressi della chimica moderna. Dal 1940 ricopre il ruolo di  professore di Chimica organica presso la Facoltà di Scienze della Università di Napoli: è una delle prime docenti donna dell'Università di Napoli. Qui nei laboratori dell'Istituto di chimica industriale in Via Mezzocannone 16 studia le gomme sintetiche. Grande scienziata, donna emancipata, forte e volitiva, gode di grande prestigio fra colleghi mentre è molto temuta dagli allievi e collaboratori; abita in grandi locali attigui alla facoltà e si racconta che la mattina quando la vedevano arrivare l'istituto esso appariva all'improvviso straordinariamente operoso. Innumerevoli sono gli aneddoti legati alla sua audacia: nel 1938 per salvare il nipote Renato Caccioppoli, che aveva irriso Hitler e Mussolini in visita a Napoli, interviene per salvarlo e convince le autorità che è malato di mente; nel 1943 mentre i tedeschi danno fuoco alle biblioteche della Facoltà, si siede in prossimità delle fiamme con le braccia incrociate e il comandante tedesco, ammirato da tanto coraggio, dà ordine al suo plotone di ritirarsi. Sempre nel 1943 nella città, distrutta dai bombardamenti, senza acqua, luce e gas, ottiene dagli ufficiali militari alleati (forse le erano stati presentati da Benedetto Croce) alcool e ovatta, per far funzionare le attrezzature del suo laboratorio.

Nominata da Benedetto Croce Presidente dell'Accademia Pontaniana per le sue qualità scientifiche e morali, riesce a far riprendere alla storica istituzione la sua attività subito dopo la guerra. Il primo verbale della ripresa reca la data del 12 novembre 1944: l'Accademia si riunisce nella sala Tasso degli Archivi di Stato e su proposta del Comitato viene eletto il Consiglio della Accademia: Presidente Onorario Benedetto Croce, socio dal 1892; Presidente Maria Bakunin, socio dal 1905; Vice Presidente il giurista e papirologo ma anche Ministro della Pubblica Istruzione (1944-1945), Vincenzo Arangio-Ruiz, socio dal 1928; Segretario Generale lo storico ed archivista Riccardo Filangieri, socio dal 1927; Segretario Aggiunto il letterato Emanuele Ciafardini, socio dal 1929; Tesoriere il matematico Enrico Ascione, socio dal 1912; Amministratori il letterato Guido della Valle, socio dal 1921 e lo zoologo Umberto Pierantoni, socio dal 1928. Dopo una vita dedicata alla studio e alla ricerca Maria Bakunina muore nel 1960 e viene seppellita al cimitero di Poggioreale (zona russa, tomba di famiglia dei Bakunin – Gambuzzi).”

A cura di

Vladimir Keidan

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
114
Articoli
1958
Web Links
6
Visite agli articoli
6481894

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 205 visitatori e nessun utente online