Coordinamento Nazionale per il Risorgimento

Condividi

Il 16 novembre si sono riuniti al Liceo Dante di Firenze oltre una ventina di delegati di vari organismi, per rilanciare il Coordinamento Nazionale per il Risorgimento, a cui ha partecipato il presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani.

Su iniziativa del Coordinatore toscano dei Comitati per il Risorgimento, sono state invitate le associazioni che vogliono recuperare i valori risorgimentali e i luoghi storici degli eventi che hanno permesso la “conquista” dell’Unità della nostra Nazione.

Già nel 2004 a Gavinana di San Marcello Pistoiese si era costituito il Coordinamento, senza riuscire a decollare; erano presenti i rappresentanti del Comitato Livornese per la promozione dei valori risorgimentali, Comitato Fiorentino per il Risorgimento Comitato di Prato, Comitato di Arezzo, Faro Tricolore di Desenzano del Garda, Associazione nazionale Veterani e Reduci Garibaldini di Firenze, Comune di Solferino, Soprintendenza Speciale Polo Museale Fiorentino, Associazione Tolentino 815 e Fondazione Ferretti di Castelfidardo.

La riunione si è svolta sotto il tricolore storico utilizzato dai volontari toscani nel 1859,  conservato nel Liceo, e si è ispirata alla recente legge del 8.11.2012 che ha istituito la “Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” del 17 marzo, la quale contribuirà alla formazione di una coscienza dei cittadini, intorno ai significati di popolo, Stato e Nazione, sanando il problema dell’inno nazionale, prima ancora non adottato ufficialmente.

Ognuno dei presenti ha illustrato la propria attività e per primo il presidente di Tolentino 815, per l’esperienza nelle Marche della Legge Regionale 9 febbraio 2010 n.5 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”, a cui si sono rifatte anche le leggi regionali della Calabria e della Puglia.

Scisciani ha precisato l’obiettivo finale del “Parco Storico Regionale di Tolentino e Castelfidardo” per mantenere il legame che unisce le due città, ove di fatto nel 1815 con la battaglia di Tolentino ebbe inizio il Risorgimento e nel 1860 con quella di Castelfidardo si  svolse l’evento bellico determinante per il processo unitario.

Lo scopo del Coordinamento Nazionale per il Risorgimento è di promuovere e divulgare i valori Risorgimentali che hanno portato all’unità d’Italia, alla libertà politica e sociale fino  alla Costituzione democratica.

Il 17 Marzo, data dell’Unità d’Italia, diverrà quindi solennità nazionale; non sarà un giorno di vacanza o motivo per un “ponte”, ma un giorno in cui gli italiani saranno invitati a riflettere sul percorso compiuto dal nostro Paese in questi 150 anni di storia.

Soprattutto le scuole saranno chiamate a rinforzare i legami ideali tra le varie vicende del popolo italiano che ha radici lontane, millenarie, e che trova nell’Unità conquistata un crogiuolo di ideali e di valori che si sono poi concretizzati in modo esemplare nella Costituzione Repubblicana del 1948.

Al termine dell’incontro si è proceduto con la votazione, effettuata su proposta del Coordinatore toscano Fabio Bertini, del Coordinatore Nazionale individuato all’unanimità nella persona di Luigi Lonardi, consigliere comunale e già sindaco del Comune di Solferino e attualmente presidente dell’Associazione “Colline Moreniche del Garda”.



 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
116
Articoli
2039
Web Links
6
Visite agli articoli
7195527

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online