Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Telefono da Campo: l'invenzione del secolo

Condividi

Con l'avvento della seconda rivoluzione industriale si realizzò non solo ad un notevole progresso scientifico e tecnologico come mai si era visto, ma un vero e proprio mutamento della vita umana, dove il continente europeo ebbe la sua occasione di consolidare la sua presenza a livello globale. In particolar modo nel campo delle comunicazioni si ebbero notevoli sviluppi: nacquero i primi dispositivi

di comunicazione istantanea a distanza, come i telegrafi a codice morse e successivamente anche ad onde radio. Quest'ultimi risultarono di notevole importanza nel campo dei trasporti, in particolar modo quello marittimo e ferroviario. Inoltre fu grazie a questi nuovissimi sistemi di comunicazione che innumerevoli vite umane furono salvate dalle più grandi tragedie umane, basti pensare al naufragio del Titanic nel 1912, ove senza il nuovissimo telegrafo ad onde radio inventato dalla personalità di Guglielmo Marconi, per le 706 persone sopravvissute al naufragio non ci sarebbe stata speranza di salvezza.

In questi ambiti nacquero anche i primi telefoni, in origine destinati all'uso civile e ministeriale, poi a quello bellico che ebbero un ruolo di grande importanza nella Grande Guerra dal 1914 al 1918, ma anche successivamente fino ai giorni nostri. Questi dispositivi permettevano la comunicazione istantanea di importanti disposizioni o ordini da dare tempestivamente ai soldati in campo.

 

Erano composti in un primo tempo da una cassa completamente in legno, successivamente in bachelite. Internamente si trovava un vano batteria, che serviva per il corretto funzionamento della cornetta ed un generatore di campo elettromagnetico, i cui due estremi metallici, denominati L1 e L2 ed un filo elettrico, permettevano al dispositivo di poter comunicare con la rete collegata ad un centralino, che gestiva l'intero sistema.

Usando una manovella posta nella parte laterale del dispositivo, si innescava il meccanismo di suoneria del ricevente, dove una campanella richiamava l’attenzione della persona preposta alla risposta. Con l'avvento del nuovo progresso tecnologico e con la nascita del telefono senza fili l'utilizzo di questi dispositivi cade del tutto in disuso, dando spazio alle moderne radio trasmittenti.

 

Statistiche

Utenti registrati
129
Articoli
2593
Web Links
6
Visite agli articoli
11184425

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 240 visitatori e nessun utente online