L'invecchiamento attivo nelle politiche sociali

Condividi

Avere di più dalla vita con l'avanzare degli anni sia sul lavoro che a casa, sia all'interno della propria comunità locale, con vantaggi non soltanto individuali, ma che riguardano la società nel suo complesso.

Il 2012 è l'anno europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni e per sensibilizzare l'opinione pubblica al contributo che le persone anziane possono dare alla società. Non solo invechaire in buona salute, insomma, ma prendere atto che qualsiasi età si abbia è possibile svolgere un ruolo attivo nella società e beneficiare di una migliore qualità di vita, convervandone il controllo il più a lungo possibile.

Il Comune di Napoli ha finanziato una ricerca del CNR nel settore dell'invecchiamento nelle strutture residenziali, dal titolo "Memory, il laboratorio della memoria", i cui risultati sono stati presentati questa mattina a Palazzo San Giacomo.

L'intento, dunque, è quello di favorire il massimo livello possibile di autonomia sociale e personale degli anziani in strutture residenziali, un obiettivo inserito ora nella programmazione sociale del Comune.

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
115
Articoli
2003
Web Links
6
Visite agli articoli
6850468

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 264 visitatori e nessun utente online