Solidarietà a Radio Siani Web

Condividi

NAPOLI. Ieri, nel tardo pomeriggio alcuni operatori di Radio Siani, la radio della legalità che ha sede ad Ercolano in un appartamento confiscato al boss della camorra Giovanni Birra, sono stati oggetto di minacce e insulti da parte di un pregiudicato che gli inquirenti ritengono vicino proprio al clan Birra. Il fatto è accaduto mentre una scolaresca proveniente da Taranto era in visita alla radio.

La solidarietà del Circolo Legambiente Parco Letterario Vesuvio e del Nuovo Monitore Napoletano va all'intera redazione di Radio Siani Web: Cari ragazzi, cara redazione, vi siamo vicini. Ringraziamo la classe e i docenti di Taranto che erano lì, ospiti in quel momento: si erano affidati al  circolo di Legambienteper essere guidati in una visita alle esperienze più interessanti di lotta alla camorra. Non ci stancheremo mai di far conoscere a tutti le nostre esperienze migliori! E la vostra radio lo è!

E' importante che questa "vicinanza" della malavita al nostro vivere quotidiano, sia percepita e combattuta da tutti. Sono violenze inaccettabili che ci circondano e che possono creare un pericoloso clima di assuefazione e sottovalutazione. Tanti episodi che sembrano piccoli, messi insieme contribuiscono a determinare un clima di presunta "normalità" che di normalità non ha assolutamente niente.

Dobbiamo riprenderci la libertà del nostro vivere civile! E' importante perciò che questo episodio capitato ad Ercolano, in presenza di una scuola che il nostro Circolo Legambiente seguiva per un progetto su "ambiente e legalità" sia divulgato il più possibile. Grazie.

 

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
116
Articoli
2039
Web Links
6
Visite agli articoli
7200606

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 268 visitatori e nessun utente online