Una piazza per Tullio Pironti

Categoria principale: Libere riflessioni
Categoria: Libere riflessioni
Pubblicato Mercoledì, 13 Ottobre 2021 13:13
Scritto da Mirko Marangione
Visite: 1045

Quel che a Napoli si conosce con il nome di Piazza Dante, per me, nel cuore dei miei ricordi, è Piazza Tullio Pironti.

Perché quando mi apprestavo a raggiungere la piazza il mio pensiero era quello di scorgere in editoria per vedere se c'era il grande Maestro Tullio, cui porgere i miei saluti. Incontrarlo con la sua faccia da boxer e gli occhi buoni di un uomo di cultura era una gioia immensa. Sapere che oggi non c'é più mi rattrista fortemente.

Laddove insiste la piazza del Dante, "Lo Maestro" non si offenda, ma lì il mio cuore immagina Piazza Tullio Pironti tanto era forte la sua presenza. Forse perché ancora non accetto che la vita sia passeggera, che grandi persone come Tullio ci lascino;  so però che ciò che ci ha insegnato rimarrà per sempre nella nostra vita.

So che il suo lascito sta proteggendo Napoli e i napoletani, pugili e intellettuali, popolo e cittadini votati al bene comune, alla cultura, al prossimo, alla vita.

Sempre sarai nei Nostri pensieri; sempre in cuor nostro, la maestra Piazza parlerà del tuo nome.

 

 

Tullio Pironti, di recente scomparso (15 settembre 2021) è stato un editore e pugile napoletano. Classe 1937, iniziò l’attività di editore nel 1972 riprendendo dal padre e dal nonno una secolare tradizione di famiglia.

Il suo avo, il magistrato Michele Pironti, fu un patriota risorgimentale perseguitato dal regime borbonico e imprigionato insieme a Luigi Settembrini e Carlo Poerio.