Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Gianni Minà cittadino napoletano

Condividi

«Essere cittadino napoletano significa sapere che ci sarà sempre qualcuno che avrà solidarietà per te. Questa città è la fabbrica di tutto ciò che io ho amato nei miei anni di giornalismo. Ho sessant’anni di mestiere, per cui ho visto passare tante cose e ho visto dire tante cose, ed ho nostalgia dell’epoca in cui mi alzavo, tiravo su la cornetta del telefono e raccontavo qualcosa.» [G. Minà]

“Giornalista, scrittore, conduttore televisivo e comunicatore che con i suoi reportage, documentari e interviste ha fatto la storia del giornalismo italiano e internazionale”.

Così recita la delibera che conferisce a Gianni Minà la cittadinanza onoraria di Napoli con una cerimonia solenne nella sala dei Baroni del Maschio Angioino. Un uomo ed un professionista che per sua stessa missione può considerarsi da sempre metà napoletano, e non solo per aver incrociato nella sua lunga carriera diversi personaggi napoletani con cui ha stretto anche una profonda amicizia, da Pino Daniele a Massimo Troisi a Diego Armando Maradona.

«Lavoro da trent’anni su certi argomenti. Su Maradona per esempio ho fatto un grosso lavoro di conoscenza perché Maradona aveva ed ha molti difetti, però è una persona leale e se tu giornalista ne andavi a far uscire fuori invece l’immagine di una persona senza spina dorsale, non hai fatto un buon lavoro di giornalismo.

Il Sindaco De Magistris è riuscito a mantenere anche nel secondo anno uno standard accettabile di sicurezza e di prestigio. Considerando che questo dura da due mandati è solo da fare dei complimenti.»[G.Minà]

«Un innamorato di Napoli, un grandissimo uomo, giornalista, scrittore, uomo libero, di grande sensibilità culturale, coraggioso, un napoletano. Una persona libera, autonoma, assetato di giustizia, un po’ anarchico, con sregolatezza e rigore morale. E’ una bellissima persona che apprezzavo fin da ragazzo e sono orgoglioso oggi di potergli dare la cittadinanza onoraria di Napoli.» [L. De Magistris]

 

 

Video Multimediale Comune di Napoli

 

 

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2167
Web Links
6
Visite agli articoli
8656058

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 176 visitatori e nessun utente online