Eleonora d’Aquitania, una donna che legge per l’eternità

Categoria principale: Storia
Categoria: Storia Miscellanea
Creato Lunedì, 27 Maggio 2019 12:25
Ultima modifica il Martedì, 28 Maggio 2019 11:28
Pubblicato Lunedì, 27 Maggio 2019 12:25
Scritto da Nicola Terracciano
Visite: 1045

Duchessa di Aquitania, di Guascogna, di Poitiers, Eleonora d’Aquitania (Bordeaux, 1122-Fontevraud-L’Abbaye, Regione Paesi della Loira, 1204) fu prima regina di Francia ed in seconde nozze regina d’Inghilterra, madre di re Riccardo Cuor di Leone.

Amante delle arti, in particolare di poesia e di musica, diede protezione ai grandi poeti e artisti dell’epoca, nel solco del nonno Guglielmo IX.

Considerava la cultura base del vivere e del governare.

Era bella ed elegante, autonoma ed energica, capace di collaborare, stando al suo posto,  e di governare, quando fu necessario, più di tanti uomini.

Giró tutto il mondo di allora e conobbe le più grandi personalità dell’epoca.

Superó di slancio la condizione subalterna e servile delle donne della sua età e di età successive.

 

Sepolta con distinto  monumento nella splendida abbazia del piccolo Comune dove morì, di cui una copia esiste nel Museo dell’Aquitania a Bordeaux, volle essere sepolta non con le mani incrociate o con oggetti religiosi, ma con un libro tra le mani, leggendo per l’eternità.