Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Renato Caccioppoli, una targa ricorda il genio della matematica

Condividi

«Accademico e genio della matematica, intellettuale libertario e  antifascista, innamorato del sapere e della musica, enigma di vita, d’amore e di numeri.»

La genialità della mente e la libertà dello spirito di Renato Caccioppoli non consentono di trovare una collocazione precisa, un'etichetta possibile per descrivere la grandezza della figura.

Scienza, arte e pensiero hanno accompagnato la vita originale dello scienziato e dell’antifascista, immerso nell'analisi matematica, alla quale ha dato contributi fondamentali, e nella Resistenza, lui nipote di Michail Bakunin, ad ogni forma di costrizione politica di qualunque estrazione.

Il lavoro sulla memoria collettiva della città, svolta attraverso lo strumento della toponomastica, il 17 maggio ha portato a segnare il ricordo di un napoletano indimenticabile, con una targa all’ingresso della villa a Capodimonte in cui nacque e visse, coinvolgendo nei lavori, fra gli altri, il liceo Francesco Sbordone che insiste su quel territorio, e il liceo che porta il suo nome, e da loro viene anche la dedica scelta per il ricordo, proseguito poi nel viale di ingresso con una mostra fotografica di Sergio Siano.

 

«In questo luogo dove ha vissuto Renato Caccioppoli, un grande matematico napoletano, una persona anticonformista, geniale, ma anche semplice, umile, folle, politicamente orientata ma mai in gabbie, è nato respirando Bakunin nella sua famiglia. Qui è passato anche Benedetto Croce, tanti intellettuali e tanti artisti. Napoli, con la nostra amministrazione, attraverso la toponomastica riempie la memoria di impegno civile, e anche avendo il coraggio di sradicare lapidi che non meritano di essere ricordate nella nostra città. C’è ancora tanto da fare, ma credo che mai nessun’altra amministrazione abbia dato tanta forza alla memoria e all’identità della nostra città. Identità e rivoluzione.» [L. De Magistris]

 

 

Video Multimediale Comune di Napoli

 

 

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2167
Web Links
6
Visite agli articoli
8647733

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 284 visitatori e nessun utente online