Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Carlo Sforza: “Io amo l’Italia perché amo tutti i paesi”

Condividi

Carlo Sforza (Montignoso, Massa-Carrara, 1872 - Roma, 1952), figlio dello storico ed archivista Giovanni (Montignoso, 1846-1922), di interessi ed idealità risorgimentali, in particolare mazziniane, è stato uno dei più grandi diplomatici e politici liberal-democratici italiani. È stato ministro degli esteri sia prima del fascismo nel 1920-21, sia, dopo il fascismo, nella sognata e promossa Italia repubblicana, dal 1947 al 1951.

Intransigente antifascista dalla prima ora, amico e collaboratore di Giovanni Amendola nella Unione Nazionale dei Liberali e dei Democratici, esule in Belgio, Francia, Inghilterra e poi negli Stati Uniti, si è sempre impegnato e battuto per difendere di fronte al mondo la dignità e l’onore dell’Italia nel suo volto nobile di terra di civiltà, di cultura, di libertà.

Negli Stati Uniti gia nel 1941 indicó le linee del futuro dell’Italia (una repubblica democratica, libera e sociale), l’Europa unita, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per i problemi internazionali.

Fu lui a firmare i principali trattati di pace sia a conclusione della Prima Guerra Mondiale che della Seconda e per porre le basi di una comunità europea di pace e di progresso.

 

Aveva come suo motto le parole di Mazzini “Io amo l’Italia, perché amo tutti i paesi” in particolare quelli vicini per tradizioni storiche, linguistiche, idealità comuni.

Un grande Italiano ed europeo poco noto, erede del più autentico Risorgimento, del più autentico Antifascismo, di costruttore dell’Italia libera e democratica, dell’Europa Unita, che non viene mai richiamato e fatto conoscere, onorato, a livello di popolo da questa Italia immemore e ingrata verso tanti nobili suoi Figli, perchè stordita, lasciata sostanzialmente incolta della sua vera storia dai noti e nascosti registi di stordimento e di incultura.

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2164
Web Links
6
Visite agli articoli
8624108

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 210 visitatori e nessun utente online