Convegni Culturali

Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Incontri culturali

7-9-30 Maggio, Museo Civico del Risorgimento di S. M. Capua Vetere

Leggi tutto...

Lezioni di Storia Festival

25-28 aprile 2019. Il primo Festival di Storia a Napoli

Leggi tutto...

220 Anniversario della Repubblica Napoletana del 1799

 Calendario eventi dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...

Luigi Mascilli Migliorini "La verità dei vinti. Quattro storie mediterranee"

15-18 aprile 2019, ore 16 Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...
 

Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

I profughi giuliano-dalmati, nella Memoria del Bosco di Capodimonte

Condividi

Con una targa nel luogo in cui furono accolti a Napoli, il Comune nella Giornata del Ricordo delle vittime delle foibe ricompone la memoria storica della vita dei profughi giuliano-dalmati e della loro integrazione nella città. Il testo del servizio:

“In ricordo delle vittime delle foibe e degli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia, che dovettero lasciare le loro terre in seguito alle drammatiche vicende del confine orientale e che dal 1947 trovarono ospitalità presso il “Centro Raccolta Profughi” di Capodimonte e furono accolti con solidarietà dalla cittadinanza tutta.”

Una pagina di memoria negata per decenni, su cui ancora oggi si continua con grande fatica a scoprire pezzi di verità: nella Giornata del Ricordo, la targa posta oggi dal Comune di Napoli nel Bosco di Capodimonte, è una presenza che rappresenta un'assenza di memoria per i tragici eventi legati all'esodo giuliano dalmata, la diaspora forzata degli italiani alla fine della seconda guerra mondiale, e gli eccidi conosciuti come i massacri delle foibe.

 

Proprio qui, nel Bosco di Capodimonte, venne allestito uno dei tre campi profughi di Napoli, il più grande, con 1.000 persone che vissero qui per decenni e per generazioni: di quel periodo, tutti loro raccontano di una grande integrazione e di un rapporto ottimo con la città, che li accolse pur essendo in condizioni di grande povertà, a causa delle devastazioni della guerra.

 

Video Comune di Napoli

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
118
Articoli
2076
Web Links
6
Visite agli articoli
7984517

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 244 visitatori e nessun utente online