Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

La più grande nave crociera mai costruita dalla Fincantieri, la "Britannia"

Condividi

La nostra cara Patria repubblicana  ha tanti volti nobili, operosi e creativi, che spesso non passano nella cronaca quotidiana e non si fissano nell'immaginario collettivo, affollato da vicende minime di criminalità, di chiacchiera politica, di evasioni di massa, di provincialismi, se non di municipalismi, di qualunquismo, che diffondono immagini spesso solo negative e superficiali.

Nei cantieri di Monfalcone è stata costruita la più grande nave crociera della storia dei cantieri italiani. La nuova ammiraglia della flotta di P & O Cruises, brand del Gruppo Carnival, è capolavoro di ingegneria navale e di artigianato creativo 'Made in Italy'.

Essa è lunga 330 metri per 38 metri di larghezza, ha 1837 cabine e può ospitare 5700 persone compreso l'equipaggio, con sistemi di sicurezza tra i più avanzati al mondo. È stata presentata domenica 22 febbraio 2015.

La Fincantieri, con sede legale e centro operativo a Trieste, con management tutto italiano a partire dal presidente Vincenzo Petrone, erede della grande tradizione italiana in campo navale, è uno dei gruppi cantieristici più grandi del mondo.

Progetta e costruisce mezzi navali di alta complessità e di alto valore aggiunto  dalle navi mercantili, di crociera, militari, ai grandi yatch, di dimensioni superiori ai 60 metri.

È azienda leader nel settore croceristico e dei traghetti di grandi dimensioni. Nel gennaio 2013 ha acquisito la norvegese VARD, l'azienda leader nel mondo nel campo dei mezzi di supporto per l'estrazione del petrolio e del gas naturale in alto mare.

Progetta e costruisce sistemi in campo navale, turbine industriali, motori diesel giganteschi di uso anche terrestre con la società controllata Isotta Fraschini Motori con sede a Bari.

I centri di progettazione si trovano a Trieste e a Genova. I suoi stabilimenti e cantieri  in Italia si trovano a Monfalcone (Gorizia), Trieste, Marghera (Venezia), Genova-Sestri Ponente, Ancona, Castellamare di Stabia (Napoli), Palermo, La Spezia. Investe in innovazione, ricerca, formazione a livello interno, in rapporto anche col contesto locale e regionale e in rapporto a progetti europei.

La Fincantieri, nata nel 1959 come holding finanziaria nel settore navale, si è trasformata nel 1984 in società operativa, diventando nel tempo uno dei più grandi e diversificati gruppi cantieristici al mondo.

Del Gruppo Fincantieri fanno parte, come si è già detto, società collegate e controllate, tra le quali per l'estero, oltre la citata norvegese VARD, due americane: la Fincantieri Marine Systems of North America con sede negli Stati Uniti e Fincantieri Marine Group con sede nel Wisconsin.

Con le sue società collegate e controllate è presente anche in Romania, Croazia, Brasile, India, Singapore, Vietnam, Emirati Arabi.

La Fincantieri dal 1990 ad oggi nei suoi vari stabilimenti ha costruito 68 navi crociera ed altre 16 sono in costruzione o di prossima realizzazione.

Non è per caso che la nostra cara Italia repubblicana, libera, democratica, una e indivisibile, è una delle potenze mondiali, ammirata ed apprezzata, tranne che da esigue minoranze sparse nella penisola, dal Nord al Sud, cieche e incolte, con inquadramenti mentali anacronistici, arcaici, ristretti, deformati, provinciali, abissalmente lontani dalla complessa, vasta "realtà" italiana, europea, mondiale.

 

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2167
Web Links
6
Visite agli articoli
8658229

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 129 visitatori e nessun utente online