Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Un napoletano-romano universale: Gian Lorenzo Bernini

Condividi

Gian Lorenzo BerniniAll'interno dei millenari fecondi legami storici Napoli-Roma, si colloca, come uno dei mille esempi, la figura di Gian Lorenzo Bernini, il grande, famoso scultore, di fama universale. Pur legato nelle sue memorabili creazioni a Roma, nacque a Napoli il 7 dicembre 1798 da Pietro Bernini, noto pittore e scultore di origine toscana e dalla napoletana Angelica Galante, di origini popolari.

Pietro era venuto a Napoli per lavorare nel cantiere della Certosa di San Martino.

Nel 1605 si trasferì con la moglie napoletana e il piccolo Bernini a Roma, dove si svolse tutta la immensa parabola artistica di Gian Lorenzo, che lo portò alle universali creazioni di Piazza S. Pietro, del Baldacchino e della Cattedra di S. Pietro, degli imponenti sepolcri di Papa Urbano VIII e Alessandro VII all'interno della Basilica, della Scala Regia in Vaticano, di S. Andrea al Quirinale, di Palazzo Montecitorio, delle Fontane dei Fiumi  e del Moro a Piazza Navona, della Fontana del Tritone in Piazza Barberini, della Barcaccia a Piazza di Spagna (iniziata dal padre Pietro), oltre le universali creazioni scultoree (come ad es. Apollo e Dafne, presente con altri capolavori berniniani alla Galleria Borghese, l'estasi di Santa Teresa nella Chiesa di Santa Maria della Vittoria, tantissimi busti di personalità dell'epoca presenti in musei non solo Roma, ma di vari paesi d'Europa) visitate ed ammirate ogni giorno da turisti di tutto il mondo.

 

Morì a Roma il 28 novembre 1680, al termine di una vita operosissima, ed è sepolto sotto un gradino presso l'altare maggiore della Basilica di S. Maria Maggiore, dove sta scritto in latino "Giovanni Lorenzo Bernini onore delle arti e della città qui umilmente riposa".

 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2164
Web Links
6
Visite agli articoli
8629659

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 278 visitatori e nessun utente online