Convegni Culturali

Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Incontri culturali

7-9-30 Maggio, Museo Civico del Risorgimento di S. M. Capua Vetere

Leggi tutto...

Lezioni di Storia Festival

25-28 aprile 2019. Il primo Festival di Storia a Napoli

Leggi tutto...

220 Anniversario della Repubblica Napoletana del 1799

 Calendario eventi dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...

Luigi Mascilli Migliorini "La verità dei vinti. Quattro storie mediterranee"

15-18 aprile 2019, ore 16 Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...
 

Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Il Comune di Casacalenda e la Regione Molise alla presentazione del libro di Antonella Orefice

Condividi

Venerdì 21 febbraio, alle ore 18.30, presso la Galleria d’Arte Contemporanea Franco Libertucci, in via Emilio De Gennaro 83, nella sede del comune di Casacalenda, verrà presentato il libro di Antonella Orefice,“Termoli e Casacalenda nel 1799. Stragi dimenticate”.

L’evento, promosso dal Comune di Casacalenda, è patrocinato dalla Regione Molise.

Saranno presenti, oltre all’autrice partenopea - il Sindaco del Comune di Casacalenda, Marco Gagliardi, Domenico Ioffredi, Consigliere regionale delegato alla Cultura e il professor Antonio Mucciaccio.

All’incontro,  moderato dalla dott.ssa Maria Assunta Fazzano, parteciperanno anche gli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo di Casacalenda.

Il volumetto, con interventi di Luigi Pruneti e Mario Zarrelli, edito dalla casa editrice Arte Tipografica di Napoli nel 2013, riporta fedelmente due manoscritti inediti provenienti dal fondo D’Ayala, ritrovati nel 2011 nell’Archivio della Società di Storia Patria, in cui si narrano le vicende che sconvolsero due province molisane, Termoli e Casacalenda, nel febbraio del 1799, dove persero la vita, tra gli altri, i giovanissimi fratelli Brigida ed il giudice Domenico De Gennaro, all’epoca sindaco di Casacalenda. 

Dai manoscritti emerge una cronaca dettagliata delle stragi compiute dai sanfedisti, su ordine di Ferdinando IV di Borbone; i manoscritti, a firma di Teodosio Campolieti e Padre Giuseppe La Macchia, sono stati riprodotti in anastatica, proprio per dimostrare l’autenticità dei fatti narrati dai testimoni ed autori dei documenti.

 

Rassegna Stampa

 

Il Tempo.it

Informa Molise.com

Termoli online.it

Primonumero.it

Termoli myblog.it

 

 

 

 

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
118
Articoli
2076
Web Links
6
Visite agli articoli
7987762

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 232 visitatori e nessun utente online