L'Italia e la Campania crescono: l'industria aeronautica civile

Condividi

Mentre ad arte i mezzi di comunicazione di massa diffondono sistematicamente messaggi quasi sempre negativi e di crisi, creando una situazione collettiva di ansia e di precarietà, funzionale a tutti i potenti di turno, nella "realtà vera" del quotidiano si verificano eventi positivi, che danno dell'Italia un'altra immagine.

Se fossero doverosamente conosciuti ed enfatizzati, susciterebbero una emozione di orgoglio e di forza, di appartenenza nazionale più profonda e meditata, oltre quella istintiva ed elementare.

La società Alenia Aermacchi è una delle più grandi società al mondo nella costruzione di aerei di trasporto regionali, quelli su rotte più brevi e con passeggeri ridotti (80-100).

Essa, in alleanze con una società francese (ma si collabora ora anche con una società russa), dove le tradizioni aereonautiche e aereospaziali sono solidissime, ha prodotto degli esemplari, gli Atr, che sono stati e sono  richiesti in ogni parte del mondo, e che garantiranno lavoro sicuro e nuove assunzioni nei prossimi anni.

Alcuni dei principali stabilimenti dell'Alenia Aermacchi si trovano in Campania, presso Napoli, a Pomigliano d'Arco, a Nola, nella stessa metropoli, a Capodichino, dimostrando che quell'area non è solo zona di illegalità, di crisi, di sottosviluppo, ma di avanguardia in settori di alta tecnologia e di grande apertura al futuro.

Si aggiunga, per avere un altro esempio clamoroso e  una volta tanto una visione più ottimistica, di speranza e di futuro, che nella vicina Capua, presso la Terra dei Fuochi, nel cuore della provincia di Caserta (ossessivamente presente nei mezzi di comunicazione di massa sempre in chiave negativa), esiste il più grande centro di ricerche aereospaziali d'Italia, il CIRA (Centro Italiano Ricerche Aereospaziali), con laboratori che sono unici al mondo.

Nel CIRA lavorano in 340 tra tecnici e ricercatori, collegati con le Università campane, italiane, con aziende nazionali, europee, mondiali, con un sostegno forte anche dell'ente locale regionale, questa volta benemerito (la Regione Campania è presente con il 30 per cento del capitale).

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
114
Articoli
1958
Web Links
6
Visite agli articoli
6470952

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 1121 visitatori e nessun utente online