Città della Scienza ritorna al Futuro

Condividi

La forza delle idee è più forte del fuoco e della violenza: fu detto dopo l'incendio criminale del 4 marzo 2013, ed oggi arriva la prima dimostrazione, con una nuova partenza che conta più di un semplice simbolo, essendo la prova che in pochi mesi si possono fare importanti passi in avanti.

Ed il 7 novembre, all'inaugurazione della mostra «Futuro Remoto», in una sala Newton gremita, in migliaia, accolti dal presidente Vittorio Silvestrini, hanno raccolto l'appello della Fondazione Idis per festeggiare la riapertura della nuova area espositiva. Il tema dell'esposizione è «Ricominciamo col cervello», ed è lui il protagonista di questa XXV edizione di Futuro Remoto, allestita negli edifici contigui alle rovine, con un percorso espositivo interattivo arricchito da un ciclo di incontri per le scuole.

Il messaggio che sale da Città della Scienza parla anche del ruolo sempre più importante che devono avere ricerca, tecnologia e cultura, in una parola la conoscenza, insieme con la capacità di innovare. E per farlo, parte, come sempre, dal contatto con le nuove generazioni.

 


 

 

 

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
117
Articoli
2086
Web Links
6
Visite agli articoli
7701153

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 247 visitatori e nessun utente online