Vetrine distrutte al Portico 340. Chi usa la violenza dimostra la sua vera natura

Condividi

Abbiamo appena saputo che le vetrine e l'insegna del caffè letterario Portico 340 (in Via dei Tribunali a Napoli, da noi tenuto a bettesimo lo scorso dicembre, e che da allora ha ospitato alcune delle nostre celebrazioni) per ben due volte in una settimana sono state distrutte.

Non stiamo qui ad indicare colpevoli e mandanti, ma solo a far tener presente agli autori di questo deplorevole gesto, che non solo sono state fatte le dovute segnalazioni alle autorità competenti, ma che chi spera di censurare o intimidire con la violenza la democrazia e la libertà, non fa altro che mettere a nudo la propria natura.

Noi il 20 agosto saremo in Piazza Mercato a celebrare la morte di Eleonora. Probabilmente saremo pochi, come sempre, ma non è il numero che conta, è lo spirito con cui si fanno certe cose.

E tutto quanto sarà alla luce del sole, senza timori o chissà cosa. Il timore deve averlo chi opera in malafede ed in malafede e con lazzara violenza spera di mettere a tacere la storia vera.

 

 



 


 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
116
Articoli
2042
Web Links
6
Visite agli articoli
7201726

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 357 visitatori e nessun utente online