Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Solidarietà assoluta ed incondizionata ad Antonella Orefice dall'Istituto per la Storia del Risorgimento

Condividi

Dr. Achille Ragazzoni  Consiglio di Presidenza dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano

Chiedo scusa se approfitto della Vostra ospitalità, poche righe peraltro, per esprimere solidarietà assoluta ed incondizionata alla Signora Orefice per gli ignobili e volgari attacchi che ha dovuto subire a causa delle sue ricerche storiche.

A che punto siamo arrivati, a che punto di villania, di intolleranza, di ignoranza... Ad un libro che non ci piace, si risponde con un altro libro, non certo con gli insulti!

La Dr. Orefice si è comportata fin troppo signorilmente nelle sue risposte.

Il fatto è che è difficile ignorare certa gente con la scusa di "non dargli importanza"; questa gente dispone di case editrici, di giornali, ha molta risonanza sui mezzi di comunicazione (sarebbe interessante vedere da dove proviene in tempi di crisi tanta disponibilità di denaro...) e le loro chiacchiere trovano maggiore eco degli studi compiuti da storici seri.

Premesso ritengo sia dovere di ogni storico essere "revisionista", nel senso che se nuovi documenti vengono alla luce o se si impongono nuove interpretazioni di documenti già noti, allora è necessario rivedere le proprie posizioni, io non l'ho mai negato; un conto, però, è il revisionismo, altra cosa è il voler far passare il bianco per nero...

I Borboni erano sovrani saggi e illuminati, i briganti gentiluomini usciti dai migliori Collegi di Eton, il benessere che si godeva nel Regno delle Due Sicilie non si godeva in nessun'altra parte d'Europa...

E' proprio vero che una menzogna ripetuta tante volte diventa una verità come avrebbe detto il famigerato Dr. Goebbels...

 

Il quale avrebbe anche detto che quando sentiva parlare di cultura provava l'irresistibile desiderio di mettere mano alla pistola... Non so a cosa di preciso si riferisse... forse il suo segretario gli aveva dato da leggere le corbellerie dei "neoborbonici"...

Un cordiale saluto

 


 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2167
Web Links
6
Visite agli articoli
8650810

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 239 visitatori e nessun utente online