Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Rovina e abbandono a villa Ferretti, simbolo della legalità

Condividi

Rovina e abbandono a villa Ferretti nel Comune di Bacoli, in provincia di Napoli.

Il bene confiscato alla camorra nel 1995 e ristrutturato grazie ai finanziamenti europei, giace in condizioni di assoluta fatiscenza, in attesa di una destinazione d’uso.

E’ il simbolo della legalità in terra flegrea, villa Ferretti, una dimora ottocentesca, un tempo feudo del clan Pariante, confiscata dal Tribunale di Napoli nel 1997 e oggetto di ristrutturazione grazie ai finanziamenti POR Campania 2000-2006.

Da tempo la villa, abbandonata a se stessa, priva di manutenzione e di una destinazione d’uso, rimane chiusa e sempre più in rovina.

"Da un recente sopralluogo abbiamo constatato lo stato increscioso dell’immobile” fanno sapere Josi Gerardo Della Ragione, attivista di "Freebacoli" e Adele Schiavo, entrambi rappresentanti del Gruppo Indipendente in Consiglio Comunale.

“Le mura della struttura sono screpolate ed ammuffite, macchie d’umidità sono un po’ ovunque, un tratto della pavimentazione esterna è crollata. L’immobile, inoltre, è privo di energia elettrica. I climatizzatori, non essendo stati  mai messi in funzione da oltre due anni, potrebbero essere destinati alla discarica prima ancora dell'utilizzo.”

Le ristrutturazioni sono costate alla comunità, tra finanziamenti già erogati ed altri ancora da elargire, oltre 3 milioni di euro.

“L'amministrazione si assuma le proprie responsabilità e spieghi urgentemente alla città chi sono i responsabili di questo scempio - chiedono i nostri interlocutori -  se anche il simbolo della legalità viene lasciato in questo modo, vuol dire che in questo territorio lo Stato non ha ancora vinto la sua battaglia contro la malavita.”

Nel 2011 il consorzio interuniversitario “Civiltà del Mediterraneo” ed il Comune di Napoli hanno siglato un accordo di programma che prevede a “Villa Ferretti” l'istituzione di un museo civico marino.

 

 

 

 


 

Convegni

Eleonora Pimentel Fonseca a Napoli

La Salerno Editrice è lieta di invitarvi alla prima presentazione del volume Eleonora Pimentel Fonseca. L'eroina della Repubblica Napoletana del 1799, di Antonella Orefice, pubblicato nella collana "Profili".

L'evento si terrà a Napoli all'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano sito in Via Monte di Dio, 14, il giorno

16 Ottobre 2019 alle ore 17:30

Interverranno con l'autrice il presidente dell'I.I.S.F. Massimiliano Marotta, il prof. Luigi Mascilli Migliorini dell'Università di Napoli "l'Orientale", la prof.ssa Renata De Lorenzo dell' Università "Federico II" e il prof. Davide Grossi, ricercatore dell'Istituto Italiano Studi Storici.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Pimentel Fonseca, la nuova biografia di Antonella Orefice

A dieci anni dalla pubblicazione de “La Penna e la Spada” la cui monografia “Eleonora de Fonseca Pimentel. Il mistero della tomba scomparsa” ha avuto nel tempo ben cinque diverse edizioni, la Casa Editrice Salerno pubblica una nuova biografia sulla protagonista femminile della Repubblica Napoletana del 1799 nel 220 anniversario della sua morte.

L’opera “Eleonora Pimentel Fonseca” è stata curata da Antonella Orefice che da anni si occupa e pubblica lavori di ricerca relativi a quel periodo.

Leggi tutto...

Statistiche

Utenti registrati
121
Articoli
2164
Web Links
6
Visite agli articoli
8625080

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 221 visitatori e nessun utente online