Napoli festeggia i 90 anni di Francesco Rosi

Condividi

Novanta anni passati a raccontare storie dietro una telecamera, con un impegno civile che ha segnato la storia del cinema mondiale: Francesco Rosi è tornato al San Carlo, nove anni dopo il suo allestimento di "Napoli Milionaria" di Eduardo De Filippo, per l'applauso della città alla carriera di uno dei più grandi maestri del Cinema, che ha raccolto riconoscimenti ovunque, da Venezia a Berlino, a Cannes.

Con lui c'era Giuseppe Tornatore, insieme al quale ha scritto il libro "Io lo chiamo cinematografo", l'autobiografia in cui racconta alcuni retroscena della sua carriera artistica e dei suoi capolavori, oltre che pagine della sua vita familiare.

Al maestro è stata anche consegnata un'onorificenza del Comune di Napoli, una medaglia d'oro con la quale si ricorda la sua passione civile, l'immensa arte ed il contributo al progresso morale e civile della città, ed è stato infine proiettato il film "Il Caso Mattei", in versione restaurata.

Dopo tanti omaggi che Rosi ha fatto a Napoli, con la sua opera, la serata al San Carlo è stata un omaggio che Napoli ha fatto a Rosi.

 

 


 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
114
Articoli
1955
Web Links
6
Visite agli articoli
6445214

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 320 visitatori e nessun utente online