Convegni Culturali

Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Incontri culturali

7-9-30 Maggio, Museo Civico del Risorgimento di S. M. Capua Vetere

Leggi tutto...

Lezioni di Storia Festival

25-28 aprile 2019. Il primo Festival di Storia a Napoli

Leggi tutto...

220 Anniversario della Repubblica Napoletana del 1799

 Calendario eventi dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...

Luigi Mascilli Migliorini "La verità dei vinti. Quattro storie mediterranee"

15-18 aprile 2019, ore 16 Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Leggi tutto...
 

Eleonora de Fonseca Pimentel, ricordandoti

Laicità della politica, la lezione di Engelhardt

Condividi

Credenza religiosa e scelta politica. Un contrasto che nel dibattito pubblico delle democrazie occidentali risuona quanto mai vivo giacchè orienta con le sue oscilalzioni la vita della società su questioni come la bioetica, la sessualità, la libertà dell'individuo.

Se ne è discusso nella sala consiliare del Comune di Napoli con il prof. Hugo Tristam Engelhardt, medico e filosofo americano, uno dei massimi riferimenti del  pensiero contemporaneo sui temi dell'etica sociale.

Il progetto di costruzione di una morale universale è evidentemente fallito al cospetto della storia, ha spiegato Engelhardt, cristiano ortodosso, esperto di teologia.

 

Anche se due comunità condividono gli stessi valori, sarà il loro diverso ordine di priorità a delineare sistemi morali differenti e differenti orizzonti politici.

"Dobbiamo innanzitutto decidere che cos'è l'eutanasia - ha affermato Engelhardt -  Un conto è se qualcuno mi dice che, in quanto medico, devo praticare l'eutanasia, un'altra cosa è se qualcuno mi chiede: non curarmi. Abbiamo bisogno di riflettere a fondo sul modo con cui i valori vanno in conflitto."

 

Il Presidente dalla consulta italiana di bioetica, Maurizio Mori, ha rilevato come Napoli in questo momento rappresenti un importante riferimento della scena nazionale, un laboratorio di civiltà dove si innestano politica e cultura, come testimoniano i recenti regristri sul testamento biologico e sulle coppie di fatto approvati dalla Giunta e consegnati alla discussione del consiglio comunale. L'Assessore Tommasielli ha sottolineato la rilevanza del pensiero di Engelhardt che, da cristiano praticante, riconosce il primato della laicità nelle scelte pubbliche, in nome di una sintesi dei valori di comunità che è trascritta nella Carta Costituzionale.

 

 

Cerca

Condividi su FaceBook



Statistiche

Utenti registrati
118
Articoli
2076
Web Links
6
Visite agli articoli
7984961

(La registrazione degli utenti è riservata solo ai redattori) Visitatori on line

Abbiamo 292 visitatori e nessun utente online